Chiamaci ora

+39 3281659901

Viaggio tra storia, archeologia e natura da Cagliari a Teulada

Viaggio tra storia, archeologia e natura da Cagliari a Teulada è dedicato a coloro che dell'Isola amano le sfumature incontaminate, infatti è  probabilmente qui che si trova la Sardegna più verace che ancora profuma in modo selvaggio e dove si trovano dune deserte che si aprono su spettacolari panorami che annoverano calette sconosciute ricche di fascino. Ed è proprio in questa parte sud dell’isola che la presenza dei Nuraghi testimonia una interessante storia che si perde nella notte dei tempi. Per conoscere questo ed altri aspetti, l’itinerario che si snoda tra Cagliari e Teulada, può essere sicuramente molto particolare. Il capoluogo non abbisogna di presentazioni. Cagliari si sviluppa su sette colli e si affaccia sul pittoresco Golfo degli Angeli. Da...

Read More

La bellezza delle immagini da drone

La bellezza delle immagini da drone. Sarà che l'aerofotografia era il campo d'attività dei miei genitori, sarà che guardare le cose dall'alto è sempre una bella esperienza, sarà che sono sensibile, ma io quando vedo video fatti con immagini da drone mi emoziono sempre. Questi oggetti volanti dotati di telecamera sono in grado di restituirci immagini fedeli e suggestive dell'ambiente in cui viviamo, e hanno rivoluzionato per sempre il mondo della fotografia aerea. Il video che voglio condividere con voi è un montaggio di riprese da drone e fotografie di Santa Igia ed è ciò che è stato possibile fare considerando che la maggior parte del terreno  è in una no flight zone, vista la vicinanza dell'aeroporto di Elmas. Il risultato comunque è interessante,...

Read More

I fenicotteri rosa in Sardegna

I fenicotteri rosa in Sardegna, una presenza familiare per i sardi. Questi meravigliosi uccelli si possono vedere negli stagni della Sardegna: nello stagno di Molentargius,  in quello di Posada, nella laguna di Santa Gilla, nello stagno di Cabras, a Chia  e nella laguna di San Teodoro. Noi li chiamiamo “genti arrúbia, «gente rossa» ma il loro nome viene dal greco phoinikópteros che significa appunto “dalle piume rosse” o “ala di porpora”. Nella lingua sarda il fenicottero si dice anche “mangone, mangoni, mengoni” (log.e camp.), che potrebbe derivare da margone, malgone «smergo» (uccello acquatico) Dalla Residenza Santa Igia avete una postazione privilegiata di osservazione di questi meravigliosi ed eleganti trampolieri... [caption id="attachment_567" align="alignnone" width="300"] Vista sulla laguna invernale con fenicotteri[/caption]

Read More