Viaggio tra storia, archeologia e natura da Cagliari a Teulada

Viaggio tra storia, archeologia e natura da Cagliari a Teulada è dedicato a coloro che dell’Isola amano le sfumature incontaminate, infatti è  probabilmente qui che si trova la Sardegna più verace che ancora profuma in modo selvaggio e dove si trovano dune deserte che si aprono su spettacolari panorami che annoverano calette sconosciute ricche di fascino. Ed è proprio in questa parte sud dell’isola che la presenza dei Nuraghi testimonia una interessante storia che si perde nella notte dei tempi.

Per conoscere questo ed altri aspetti, l’itinerario che si snoda tra Cagliari e Teulada, può essere sicuramente molto particolare.

Il capoluogo non abbisogna di presentazioni. Cagliari si sviluppa su sette colli e si affaccia sul pittoresco Golfo degli Angeli. Da non perdere la visita del centro storico dove si potranno ammirare un Anfiteatro Romano del II° secolo d.C., il Palazzo Viceregio, il Duomo che troneggia la centralissima piazza Carlo Alberto e la Cittadella dei Musei. Tempo permettendo è possibile scoprire anche le viscere della città con partenza dalla storica Villa di Tigello e seguendo un cammino che passa tra le cisterne realizzate dai Fenici prima della conquista dei Romani.

Per arrivare fino a Teulada si deve percorrere la costa ovest dell’isola e arrivare a Pula per proseguire per una antica città romana: Nora. La città si trova su di un promontorio a sua volta collegato alla terraferma attraverso un istmo che termina con due vertici: Punta del Coltellazzo e Sa Punta ‘e Su Coloru. Le rovine meritano una visita (si deve pagare un biglietto) che viene effettuata con una guida turistica che illustrerà le caratteristiche delle testimonianze ancora in essere di questo antico centro di origine fenicio, punica e romana. Gli archeologi addirittura considerano Nora come il primo centro abitato di tutta la Sardegna. Si visiterà il teatro del I° secolo d.C., un tempio dedicato a Tanit, le terme e il Foro.
Terminata la visita si continua il viaggio verso Santa Margherita di Pula per imboccare la strada panoramica della Costa del Sud in direzione di Chia.

Si passerà per Capo Spartivento da dove incomincia una teoria di spiagge di finissima sabbia bianca dove non è raro trovare delle bellissime dune come quelle che si trovano a Su Giudeu e sulla spiaggia di Sa Colonia.
Imperdibile risulta essere Cala del Morto che si raggiunge solamente a piedi così come la nota Cala Cipolla ricca di vegetazione mediterranea, acque turchese e sabbia bianca. Sorpassata Chia, si incontrerà una delle coste più belle d’Italia composta da rocce frastagliate, calette nascoste e isolotti. La panoramica conduce a Perdalonga, Capo Malfatano, Piscinnì per terminare a Teulada.